Follow @BottaAdv

LE INUTILI PROTESTE DI PIAZZA

Nonostante trasmissioni, libri, citazioni, internet e quant'altro riscontro sul web (al netto degli odiosi e assoldati troll) che gran parte della gente è ancora legata alle solite scemenze divulgate dal PD e dai collaborazionisti (quisling) che si adoperano da anni alla distruzione dell'Italia in cambio di soldi e potere.

La cosa più eclatante è che la manipolazione mediatica ha raggiunto livelli tali da far rabbrividire anche il più spietato dei dittatori del passato (e del presente). In poche parole è come se la verità sull'€uro e sulla Eurocrazia oggi fosse contenuta in un unico secchio d'acqua, unico in quanto la verità è sempre più semplice e sintetizzabile delle bugie, mentre la manipolazione e le menzogne oggi potrebbero essere raffigurate come il mare. Ora immaginate quel secchio di verità immerso in un immenso mare, cosa veramente ardua farlo notare. 

Spesso leggo di cittadini stremati, esasperati, disperati, impauriti che incitano ad insorgere contro questo scellerato cretinismo dilagante e soprattutto contro la più subdola dittatura mai imposta nella storia moderna. Si respira la voglia di una rivoluzione che addita i palazzi del potere politico e cose simili, ma vi posso garantire che non avrebbe alcun effetto. Le sedi da presidiare non sono palazzo Chigi o il Quirinale, almeno non in primis, se vuoi preoccupare e richiamare all'ordine un politico colpiscilo nel suo patrimonio di potere, colpiscilo nel consenso e nella credibilità. E chi "costruisce" il consenso e la credibilità dei potenti? Palazzo Chigi? Palazzo Madama? No. Viene elaborata e consolidata dai media. E se i media mettessero in risalto uno scandalo, una irregolarità, un sopruso, una violazione alla Costituzione ecc chi dovrebbe intervenire? Sempre i palazzi del potere? No, errore madornale, protestare sotto quei palazzi servirebbe a qualche trafiletto insignificante. E' la Magistratura che interviene, specie dopo che un'azione illegale si è notificata tra la gente. Allora riassumendo, quali sono le sedi strategiche da presidiare al giorno d'oggi? Le sedi dell'informazione (RAI in primis) e le sedi principali della giustizia. 


Presidiare vuol dire protestare, incalzare, pressare affinché "la notizia" o "quel fatto" diventi di dominio pubblico, e finché ciò non avviene la protesta ha tutte le giustificazioni per vedere la propria escalation. Una volta che i media assecondano il popolo, a quel punto resta inevitabile allargare la protesta verso gli organi di giustizia, magistratura e organi costituzionali. Vi posso garantire che una volta varcata la cosiddetta soglia "antiomertà" tutto quel flusso di informazioni diviene una vera e propria valanga, sotto la quale nessun organo di informazione e nessun magistrato vorrà perire, anzi una volta che la valanga diviene travolgente, molti "attori" dei media e della magistratura cercheranno di ritagliarsi la propria fetta di protagonismo e visibilità.




Ecco in tale modo avrete letteralmente colpito con l'arma della giustizia e della verità al cuore del potere. Se gli esiti saranno come è giusto che siano, non solo avrete sminuito, indebolito o sconfitto quel potente, ma probabilmente lo avrete messo nelle condizioni di non consentirgli in futuro di riprovarci ad essere disonesto e contro il popolo. Le sceneggiate di alcuni sindacati oggi non servono più a nulla (e lo si è visto bene con le recenti cancellazioni di diritti dei lavoratori e l'annientamento degli stessi sindacati attraverso la riforma Jobs Act).



Altro tassello ancor più sentito riguarda forse la cosa più importante che possiede un paese democratico, la Carta Costituzionale,  da sempre basata su quei princìpi che tutelano ogni singolo cittadino e gli interessi nazionali. Questa eurocrazia invece, per allineare l'Italia ai voleri e agli interessi delle lobby speculatrici, delle banche e soprattutto delle multinazionali, sta letteralmente stuprando la nostra Costituzione violando addirittura quei principi fondanti relativi al lavoro, al benessere, al risparmio, alla libertà, e oserei dire anche alla vita. Questo avviene appunto attraverso due leve primarie: il collaborazionismo dei media e l'omertà di alcune istituzioni che dovrebbero invece tutelare la Carta Costituzionale. Tutto questo avviene al di sopra della coscienza e della consapevolezza popolare. Per questo vanno spronati certi Organi della vigilanza e tutela costituzionale, spronati, assediati, contestati. Per meglio capire tali violazioni di diritto, basta visionare il bolg dell'esperto Luciano Barra Caracciolo  a questo link e si ha subito una visione che è all'antitesi dell'informazione di massa che riceviamo da decenni. 

Carlo Botta 
Twitter @bottaAdv
www.facebook.com/carlobottamarketing

Nessun commento:

Posta un commento