Follow @BottaAdv

PROFILO CARLO BOTTA


















Nato a Napoli
Vive nella Maremma toscana
Padre di due figlie

EDUCATIONAL
inizia un percorso di studi in Sociologia e Psicologia
ma si appassionerà successivamente al Marketing e alla Massmediologia

ESPERIENZE FORMAZIONE E RICONOSCIMENTI
Trasferitosi in Inghilterra nel 1984 inizia la sua avventura nel Marketing e nell'Advertising di massa
1984 - 1985 - 1986 
Si forma nelle agenzie internazionali di Londra fra cui
YOUNG & RUBICAM
OGILVY & MATHER
 1987-1990 - Rientra in Italia e ricopre cariche di responsabile commerciale per i brands: 
 Crodo, Whürer e Latte Polenghi Lombardi
 1989 Fonda la prima Agenzia in Italia di comunicazione B2B evolvendosi in cinque sedi di cui una  a Londra "Botta Group"

 1990 1996- Delegato Nazionale nella Giunta Nazionale della Confindustria Italiana in rappresentanza dei Consulenti Marketing Italiani 

 1991 - 1996- Membro del Laboratorio ACPI "M. Bellavista Comunicazione & Marketing"
in supporto al centro studi Università L. Bocconi Milano
“Coordinatore approcci innovativi sull’interazione fra Tattica comunicazionale e Marketing Strategy - Brand Strategy”
"Sviluppo sistemi di calcolo ed equazioni nelle equiparazioni delle competitività / consenso"

1992- Premio Associazione Italiana Consulenti Marketing e Advertising “Miglior Consulente Acpi dell’anno’92”
1992 -1995- Fondatore e Presidente Terziario Innovativo Assindustria Grosseto
1994- Responsabile IFOTER (Organo Circuito Camere Commercio) in qualità di Coordinatore e Docente corsi Comunità Europea di Comunicazione & Strategia Creativa 
1997- I° Premio Campagna Mezzi specializzati Italia Marchio "Callegari"
1999- I° Premio Progetto marketing per Solvay Chimica Sede Mondiale Diversificazione prodotto “Lettiere per animali da compagnia” scaturibili da materie da “scarti” dall’attività principale.  
2000 - 2004 Marketing consultant 
Dal 2004 Studioso e ricercatore di dinamiche di mercato e marketing dell'internazionalizzazione, consulente e formatore.

2005 - 2009 Marketing manager multinazionale VK - Kharkiv aree mercati Est Europa settori 
Credito al consumo - Costruzioni immobiliari - Sanità privata

DAL 2010 Ricercatore e propagatore in collaborazione con alcune associazioni culturali 
attraverso scuole ed università italiane ed estere sui temi:
- Manipolazione mediatica in ambito UE 
- Globalizzazione e Made in Italy
- Criticità del sistema Monetario Euro
- Statistiche crisi dell'Eurozona

2017 - External Marketing Manager - Sistema Srl . Società servizi Comune Grosseto

SETTORI ESPERIENZE LAVORO
Ha curato industrie ed enti nei settori:
Agroalimentari
Turismo
Beni industriali
Accessori Moto
Tecnologia
Difesa Militare
Nautica
E-Commerce
Mass Media
Ristorazione
Cosmetica
Chimica
Ambiente
Moda e Fashion
Arredo Design
Political
Enti pubblici 

HOBBY E INTERESSI
Appassionato di fisica quantistica e astrofisica. 
Mi diverte creare nuovi cocktails e ricette di cucina mediterranea. 
Ai fornelli come con lo shaker riscuoto lusinghieri successi;
ma mi sento maggiormente a mio nel mondo del marketing e della competitività.





3 commenti:

  1. Scusi, visto che lei ha un autorevole esperienza professionale nel campo del marketing e visto che le forze anti euro in Italia procedono per ordine sparso da tanto tempo, perchè non elabora un efficace piano di marketing politico riguardante tutte queste forze anti euro in modo che procedano con ordine logico e unito?



    Insomma, le forze italiane anti euro divise perdono, invece unite tramite un efficace piano di marketing politico avrebbero sicuramente molte più probabilità di vincere la battaglia contro l'euro che è la conditio sine qua non per far ripartire l'Italia!!

    Cordiali saluti.

    Fabrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei ha centrato nel segno. Ma ahimè manca la volontà di rinunciare a certi protagonismi. Non basta implementare un buon piano marketing (cosa che in Italia servirebbe applicare a più contesti), ma occorre soprattutto la volontà di recepirlo. Di tanto in tanto mi presto a qualche prof amico che sovente vediamo in Tv, ma questo non basta. Occorre un piano sistemico che richieda la volontà "organica" e non dei singoli. Grazie per l'invito, ne terrò comunque conto e chissà che…

      Elimina
  2. È favorevole al modello democratico svizzero?
    Lo vorrebbe anche in Italia?
    https://www.change.org/p/sovranita-vera-e-democrazia

    RispondiElimina